FacebookTwitterLinkedInGoogle+

Politica

(21 agosto) Il 50° anniversario della invasione sovietica. La triste ricorrenza è celebrata con una serie di manifestazioni che si svolgono in tutto il Paese. Come ogni anno uno degli eventi più significativi è il raduno davanti alla sede della Radio ceca a Praga, sulla via Vinohradská. In questa occasione il premier Andrej Babiš viene pesantemente contestato e fischiato da un gruppo di manifestanti che gli rimproverano di essere espressione del regime pre ‘89. Il presidente Miloš Zeman non partecipa a nessuna commemorazione pubblica.

***

(28 agosto) Incontro a Roma fra Giuseppe Conte e Andrej Babiš. I premier di Italia e Rep. Ceca annunciano di condividere pienamente l’obiettivo di combattere l’immigrazione illegale, di intensificare la cooperazione con i Paesi da cui hanno origine le partenze e, in quest’ottica, di aumentare le risorse europee destinate al Fondo per l’Africa. I due governi restano però “distanti” sulla richiesta dell’Italia alla Ue di una gestione comunitaria dei flussi. Babiš ribadisce il no ceco all’accoglienza.

Cronaca

(5 agosto) Tre soldati cechi uccisi in Afghanistan. Sono vittime di un attacco suicida dei talebani nell’est del paese, nei pressi della base di Bagram. Il premier Andrej Babiš ne esalta il sacrificio, definendoli eroi e annunciando i funerali con gli onori di stato. Il presidente Miloš Zeman mette in rilievo la necessità che il contingente ceco rimanga in Afghanistan per combattere contro il terrorismo. Dal 2002 sono 13 i morti cechi in Afghanistan.

***

(17 agosto) Praga città turistica più inquinata d’Europa. Da uno studio del think tank Transport & Environment, di Bruxelles, emerge che la capitale ceca capeggia la non meritoria classifica delle principali metropoli europee di destinazione turistica dove si respira peggio. A breve distanza, in seconda posizione, troviamo Istanbul, mentre seguono Milano, Londra, Amsterdam, Roma, Vienna e Parigi. Le città meno inquinate risultano Barcellona e Dublino.

***

(24 agosto) Sei mesi di carcere a Tomáš Řepka. L’ex stopper della Fiorentina è giudicato colpevole di aver pubblicato inserzioni erotiche, con tanto di prestazioni sessuali offerte, foto osé e tariffario, attribuendole alla ex moglie, la modella Vlaďka Erbenová, del tutto inconsapevole.

***

(31 agosto) In aumento dipendenza da pervitin. Il numero di persone in Rep. Ceca schiave di questa tipica droga di produzione locale, la metanfetamina, aumenta in maniera preoccupante. In base a quanto emerge dalle statistiche dell’Istituto nazionale di monitoraggio per le droghe, si tratta attualmente di 35 mila persone, il 40% in dieci anni.  

Economia, affari e finanza

(2 agosto) Fatturato Škoda Auto in crescita. Nel primo semestre 2018 giunge alla somma di 235 miliardi di corone, in aumento del +5,1%. La casa ceca del gruppo Volkswagen, che da gennaio a giugno ha venduto 652.735 vetture, +11,6%, sottolinea l’effetto positivo della ottimalizzazione dei costi, mentre incidono negativamente l’andamento dei tassi di cambio e le spese maggiori affrontate per i nuovi modelli.

***

(2 agosto) Contratto scandinavo per Sellier & Bellot. Il produttore ceco di munizioni per uso militare e civile, con sede a Vlašim (Boemia centrale), stipula un accordo di valore pari a 400 milioni di corone per rifornire le forze di polizia di Norvegia, Svezia e Danimarca nei prossimi quattro anni. In totale si tratterà di 100 milioni di proiettili. La gara era stata indetta in forma comune dalle polizie dei tre paesi. Sellier & Bellot esporta il 90% della produzione in 70 paesi del mondo.

***

(7 agosto) Impennata importazioni dall’Italia in Rep. Ceca. Nei primi sei mesi del 2018 le imprese italiane hanno esportato in questo Paese beni per 3,22 miliardi di euro, +8,6% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Al contrario, le esportazioni ceche in Italia sono in aumento di solo l’1,7% a 3,44 miliardi di euro. Il saldo positivo a favore della Rep. Ceca si riduce pertanto a poco più di 200 milioni di euro. Lo annuncia la Camera di Commercio Italo-Ceca sulla base dei dati appena pubblicati dall’Ufficio nazionale ceco di statistica.

***

(8 agosto) Aumenta traffico in spazio aereo ceco. Nel primo semestre le rotte di sorvolo, con o senza scalo, sono state 423 mila, in crescita del 6% rispetto allo stesso periodo del 2017. A comunicare tali cifre è l’Rlp, ente ceco dei controllori di volo, il quale spiega questo incremento, che dura da tempo, con le tariffe favorevoli e con l’elevato grado di sicurezza dei cieli cechi.

***

(16 agosto) Siccità di carattere rovinoso. Alcuni osservatori valutano i danni per la Rep. Ceca paragonabili a quelli dell’alluvione del 2002. Il ministero dell’Ambiente fa sapere che sono pronte dotazioni europee pari a 13,5 miliardi di corone per opere di prevenzione. Si tratterebbe però di una somma minima rispetto ai costi da affrontare, in primo luogo per aiutare il terreno a trattenere maggiormente l’acqua e per costruire nuovi bacini. Si prevedono opere future per centinaia di miliardi e lavori che dureranno anni.

***

(23 agosto) Cresce traffico camion. Si calcola che nel primo trimestre 2018 abbiano trasportato in Rep. Ceca quasi 88 milioni di tonnellate di merci, soprattutto metalli e prodotti minerari, il che rappresenta un incremento del 10% rispetto allo stesso periodo del 2017. Si tratta, per il periodo gennaio-marzo, della quantità più elevata degli ultimi dieci anni, come annuncia l’Ufficio nazionale di statistica. Il governo prova da tempo a ridurre la quota delle merci trasportate su strada e a promuovere i trasporti su binari e vie fluviali.

***

(4 settembre) Medici cechi sempre più anziani. Si calcola che nel 2020 un terzo di loro avrà una età superiore a 60 anni. Il numero dei laureati in medicina entro quella data non potrà neanche coprire quello dei dottori che andranno in pensione. Il governo per questo motivo sta pensando di promuovere un aumento del 15% del numero degli studenti in medicina, stanziando nei prossimi 11 anni una somma di 6,8 miliardi di corone.

***

(4 settembre) In calo a Praga tasso occupazione hotel. Si tratta di un dato sorprendente che riguarda i mesi estivi e che gli operatori imputano ad Airbnb e servizi simili. A luglio la flessione del tasso di occupazione della camere d’albergo è stata del 4,4% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, secondo i dati della Associazione hotel e ristoranti.

***

(5 settembre) Nuovo forte aumento degli stipendi. Il livello medio delle retribuzioni mensili in Rep. Ceca giunge nel secondo trimestre alla cifra di 31.851 corone, con un incremento nominale su base annua dell’8,6%. In considerazione del +2,3% di inflazione, l’aumento del valore reale è del 6,3%. Ad avvantaggiarsi degli aumenti sono soprattutto i lavoratori statali. Le retribuzioni crescono ininterrottamente in Rep. Ceca dal 2014, ma due terzi dei lavoratori continuano a non raggiungere il livello medio nazionale degli stipendi. Si calcola che la metà dei lavoratori cechi percepisca meno di 27.236 corone.

***

(6 settembre) Progetto V4 di alta velocità ferroviaria. I quattro stati del Gruppo di Visegrad – Rep. Ceca, Polonia, Ungheria e Slovacchia – puntano ad essere collegati da una linea di alta velocità ferroviaria, fra Budapest, Bratislava, Brno e Varsavia, nella quale i treni possano tenere l’andatura di 250 km/h. Un accordo in tal senso è raggiunto dai rispettivi ministri dei Trasporti, i quali stabiliscono di commissionare uno studio di fattibilità che dovrebbe essere pronto fra un anno.

***

(26 settembre) Rep. Ceca 30° nel mondo per libertà economica. La classifica, che comprende 162 stati, è stilata dal Canadian Fraser Institute nell’Economic Freedom of the World Index. Rispetto all’anno precedente la Rep. Ceca sale in graduatoria di sette posizioni.

***

(27 settembre) Ai minimi il prezzo della carne suina. Gli allevatori cechi la vendono attualmente a una media di 36 corone per chilogrammo, la cifra più bassa dal 2004. Questo il motivo per il quale vorrebbero poter usufruire di misure di aiuto da parte della Unione europea. Di questa opinione anche la Commissione agricola della Camera dei deputati, che si rivolge al governo chiedendo di sollevare la questione a Bruxelles.

***

(29 settembre) Progetto di funicolare fra Praga 6 e Praga 8. L’impianto collegherebbe i due distretti praghesi passando sopra la Moldava e funzionerebbe nel quadro del sistema di trasporti pubblici comunali. Il 2024 la data ipotizzata di entrata in servizio, con un costo preventivato di 1,5 miliardi di corone. La fermata iniziale sarebbe Podbaba, quella finale Bohnice.

 Varie

(28 settembre) La riattivazione dell’Orologio astronomico. Dopo più di sei mesi di lavori di restauro riprende il funzionamento di uno dei monumenti simbolo di Praga. L’evento segna l’inizio del programma di celebrazioni per il 100° anniversario della nascita della Cecoslovacchia, in vista del fatidico 28 ottobre.