FacebookTwitterLinkedInGoogle+

Politica

(7 aprile) Fissate le prossime elezioni. Si svolgeranno il 20 e 21 ottobre, ultima scadenza possibile in vista della fine della legislatura, e si voterà per il rinnovo della Camera dei deputati. A stabilire le date della chiamata alla urne è il presidente Milos Zeman. I partiti avranno tempo sino a metà agosto per definire le liste dei candidati.

***

(5 maggio) Crisi istituzionale in diretta Tv. Scintille davanti alle telecamere fra il presidente Miloš Zeman e il premier Bohuslav Sobotka. Quest’ultimo, recatosi al Castello per chiedere la revoca dell’incarico del vicepremier e ministro delle Finanze, Andrej Babiš, si sente dare il benservito dal Capo dello stato. Il braccio di ferro dura sino a fine maggio, quando Zeman accetta la richiesta del capo del governo di destituire Babiš. A indebolire la posizione del miliardario e politico è anche la pubblicazione, in forma anonima su Internet, della intercettazione di un dialogo mentre dà istruzioni, a un giornalista di una sua testata, su come e quando pubblicare materiale compromettente sul partito socialdemocratico.

***

(24 maggio) Praga contro l’Unesco. La Camera dei deputati della Repubblica Ceca prende posizione contro la risoluzione con la quale questa organizzazione delle Nazioni Unite critica il governo israeliano per i suoi progetti di insediamento nella Città Vecchia di Gerusalemme. I deputati cechi approvano contestualmente, su proposta dell’opposizione Ods, la richiesta al governo di bloccare i finanziamenti all’Unesco. L’Unesco quest’anno dovrebbe ricevere da Praga una somma pari a 30 milioni di corone.

Cronaca

(23 maggio) La grazia all’ergastolano Kajínek. A decidere il provvedimento di clemenza è il presidente Miloš Zeman. Kajínek è in carcere da venti anni, condannato a vita per un duplice omicidio che ha sempre sostenuto di non aver commesso, convincendo della sua innocenza buona parte dell’opinione pubblica ceca. Considerato una celebrità, ad attenderlo fuori dalla prigione una marea di telecamere, fotografi, microfoni e ammiratori, soprattutto donne.

Economia, affari e finanza

(3 aprile) Record di dividendi all’estero. Nel 2016 si raggiunge la somma complessiva di 289 miliardi di corone, 62,5 miliardi in più rispetto al 2015. A comunicarlo è l’Ufficio nazionale di statistica. Battuto il precedente primato del 2011, quando era stata raggiunta la somma di 243 miliardi.

***

(5 aprile) Rallenta l’energia verde ceca. In primo piano i ritardi dello sviluppo delle fonti rinnovabili. Nel 2016 non si è aggiunta alcun’altra centrale eolica in Repubblica Ceca. L’unica novità sono stati due nuovi impianti a biogas, più una cinquantina di piccole centrali fotovoltaiche. Nel paese si assiste a un trend contrario a quello di tutta Europa, dove il carbone come fonte di energia è in declino e viene sempre più frequentemente sostituito da fonti rinnovabili.

***

(6 aprile) Termina la svalutazione della corona. La Česká národní banka prende la decisione con efficacia immediata, dopo che gli interventi di svalutazione sono durati tre anni e mezzo. Immediato il rafforzamento della moneta ceca rispetto all’euro. Un passo che non sorprende le aziende ceche, che si aspettavano questa novità.

***

(11 aprile) Hotel cechi a gonfie vele. Uno splendido inizio d’anno per il settore alberghiero della Repubblica Ceca. Nei primi due mesi del 2017 gli ospiti sono stati complessivamente 1,7 milioni (+10,5%), di cui quasi un milione in arrivo dall’estero, con un incremento del 13,2% di questi ultimi. Molti segnali lasciano pensare che si tratterà nuovamente di un anno record, dopo il primato del 2016. Stanno anche tornando i turisti dalla Russia, in crescita del 75%, e aumenti costanti di quelli che arrivano dall’Asia.

***

(24 aprile) In arrivo visto per investitori extra Ue. Lo prevede un disegno di riforma della legge sugli stranieri, già approvato dalla Camera dei deputati e in attesa di passare al vaglio del Senato, che prevede appunto questa forma speciale di permesso di soggiorno. Le condizioni alle quali subordinarlo dovrebbero essere un investimento di 75 milioni di corone e la creazione di almeno 20 posti di lavoro.

***

(2 maggio) Rep. Ceca al top per investimenti immobiliari. Nel primo trimestre, quasi due terzi di quelli effettuati in Europa Centro-Est – Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Polonia e Bulgaria – hanno riguardato questo paese. Su una cifra complessiva equivalente a 62 miliardi di corone, si è trattato di 38,5 miliardi. È quanto emerge da graduatoria stilata da Colliers International e CMS.

***

(3 maggio) Inaugurata a Praga nuova sede del Ciirc. Si tratta dell’Istituto ceco di informatica – robotica e cibernetica, presso la Scuola superiore di studi tecnici Čvut – la cui nuova casa viene aperta nel quartiere di Dejvice a Praga. È costato 1,4 miliardi di corone, il principale investimento effettuato nella storia della università ceca. All’evento presenziano il capo dello stato, Miloš Zeman, e il premier, Bohuslav Sobotka. Il centro di ricerca dovrà contribuire al futuro dell’Industria 4.0 in Repubblica Ceca.  

***

(4 maggio) Aumento record di nuove società commerciali. Nel primo trimestre di quest’anno ne sono state fondate 9.614, cifra più elevata degli ultimi sette anni, come sottolinea la Crif – Czech Credit Bureau, secondo la quale è stato soprattutto il mese di marzo a manifestare il maggiore incremento. Le nuove ditte individuali sono state 17.357, primato degli ultimi cinque anni.

***

(9 maggio) Nasce la formula delle ferie libere. A lanciarla è una azienda informatica di Brno, la Artim, 150 dipendenti, dove i lavoratori avranno diritto di scegliersi liberamente i periodi dei giorni di riposo. L’azienda, che opera nel settore della information technology, punta da un lato sul senso di responsabilità per la realizzazione dei progetti in corso, dall’altro sul rispetto verso il lavoro dei colleghi e del team nel suo complesso.

***

(10 maggio) Cresce il commercio al dettaglio. Durante il primo trimestre ha manifestato una avanzata, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, del 4,8%. Nel solo mese di marzo l’incremento è stato del 7,8% (+7%, al netto degli effetti di calendario). Rispetto al mese precedente l’incremento è stato dello 0,6%. Lo annuncia l’Ufficio di statistica. A manifestare il maggior dinamismo sono le vendite online, +25,8% annuo a marzo.

***

(12 maggio) Aumentano pensionati indigenti. Uno su dodici in Repubblica Ceca vive sotto la soglia della povertà. Per quanto riguarda gli anziani che hanno superato la soglia del 65° anno di età e rimasti da soli, la quota dei poveri raggiunge il 20%. Tali percentuali appaiono in costante aumento e sono attualmente le più elevate degli ultimi sei anni, secondo dati Ufficio statistico.

***

(26 maggio) Boom di vendite per tour operator. Mercato delle vacanze estive: le agenzie stanno facendo quest’anno il pieno di prenotazioni per Italia, Grecia e Spagna, tradizionali destinazioni dei cechi. Da record l’interesse per la formula first minute, che evidenzia un andamento del tutto diverso rispetto a quello dello scorso anno, quando furono in tanti ad aspettare l’ultimo momento per le prenotazioni, spesso senza riuscire a trovar posto nelle località preferite.

***

(30 maggio) Produttività del lavoro in calo. Lo rivela la Ocse, organizzazione per la collaborazione e lo sviluppo economico. Nonostante i lavoratori dipendenti cechi nel 2016 abbiano lavorato il 2,5% in più di ore rispetto al 2015, l’economia ha rallentato. Le cifre evidenziano che nel 2016 per ogni ora di lavoro sono stati prodotti meno beni e servizi del 2015, una flessione che secondo quanto scrive il quotidiano sarebbe da ricondurre parzialmente a una struttura economica in parte ancora obsoleta, dove permane la prevalenza di produzioni a basso valore aggiunto.

Varie

(2 aprile) Record mondiale di Half marathon a Praga. A stabilirlo è la 23enne Joyciline Jepkosgei (Kenia) con il tempo sensazionale di 1h04:52, prima donna al mondo a scendere sotto la soglia dell’ora e cinque minuti (14 secondi in meno rispetto al precedente primato della connazionale Peres Jepchirchir). La Jepkosgei, atleta del RunCzech Racing Team, batte anche primati dei tempi parziali sui 10, 15 e 20 km.  

***

(22 maggio) La morte di Božena Fuková. Aveva 82 anni ed è ricordata per aver avuto il coraggio, nell’ottobre del 1968, da deputato cecoslovacco, di votare contro l’occupazione del paese da parte delle forze sovietiche. Come lei si pronunciarono solo altri tre deputati. Lei era la più giovane. Nel 1969 le venne tolto il mandato parlamentare.

***

(23 maggio) Andrea Stramaccioni allo Sparta Praga. L’ex allenatore di Inter e Udinese firma un contratto biennale, da 1,5 milioni di euro a stagione, risolvendo il suo attuale impegno con il Panathinaikos.

***

(27 maggio) Slavia Praha campione della Rep. Ceca. La festa arriva con la vittoria per 4 a 0 contro il Brno, otto anni dopo l’ultimo titolo nella Liga (18° della sua storia). Una vittoria per la quale si rivelano fondamentali gli investimenti dei nuovi proprietari del Cefc (China Energy Company Limited).