FacebookTwitterLinkedInGoogle+

All Runners Are Beatiful: si presenta così Runczech, organizzatrice della mezza maratona di Praga, con uno slogan chiaro e volto a coinvolgere, a non escludere, ed a sottolineare quanto sia importante l’unione che lo sport sa creare. Questo è il messaggio d’apertura della conferenza stampa pre-gara svoltasi nello sky-bar dell’Hotel Hilton.  Messaggio ribadito dagli atleti che non hanno perso l’occasione di intervenire, sottolineando quanto la fratellanza e l’unione siano più importanti della competizione. Parla così Stephen Kirop, che vanta il suo record personale dei 21 chilometri in soli 58’ e 42”: “Per me correre è bellissimo, sotto la pioggia o con il sole, a me basta poterlo fare (…) Partecipare ad eventi come questo è, per prima cosa l’occasione di essere tutti uguali e sono contento che domani saremo così tanti”. Saranno infatti 11500 i partecipanti che domani, sabato 6 aprile, alle ore 10:00 saranno schierati sulla linea di partenza della Sportismo Half-Marathon.

Tra loro ci sarà anche l’americana Amy Cragg, medaglia di bronzo ai mondiali di Londra 2017, che si trovava in Giappone ma ha voluto a tutti i costi raggiungere la capitale ceca per partecipare: ”Sono partita dal mio paese preferito e sono arrivata in questa meravigliosa città per fare quello che mi piace di più, correre. L’evento di domani sarà l’ennesima dimostrazione che lo sport è un momento da condividere”. Quando le viene chiesto cosa fa nelle 24 ore prima della corsa lei risponde così: ”Cerco di mantenere la mia routine, faccio un pranzo sostanzioso, e a volte mi capita anche di mangiare sushi, una cena leggera, e una bella dormita per essere pronta sulla linea di partenza. Nulla di particolare quindi, solo cose che mi facciano sentire bene”.

Foto: Official Gallery Runchecz

Foto: Official Gallery Runchecz

La conferenza volge alla sua conclusione in un clima disteso, ma c’è ancora il tempo di presentare il nobile progetto, sostenuto da Adidas, che sponsorizza  l’idea di una giovane illustratrice ceca. Dopo aver vissuto l’esperienza del cancro, ha deciso di disegnare cartoni rivolti ai bambini malati e di promuovere questo progetto attraverso le magliette di diverse atlete in gara.Il percorso della ventunesima edizione dei “ventuno chilometri” costeggerà la Moldava, attraversando cinque ponti e concludendosi, da dove inizia, a Namesti Jana Palacha. Runczech ha sottolineato ancora l’importanza del concetto di uguaglianza mostrando la percentuale di iscritti: è stata espressa felicità per il numero di partecipanti, composti dal 70% di uomini e 30% da donne. L’obbiettivo è di aumentare e di arrivare ad un equo 50 e 50.Si preannuncia una bella giornata di sport e di sole. Sono previsti 8-10 gradi al momento della partenza e circa 18 all’arrivo, un clima perfetto per l’evento. Dunque sembra essere tutto pronto per la prestigiosa corsa, inserita anche nelle IAAF Road Race Label Events, che concede il patrocinio alle più importanti gare di questo genere.

Siamo impazienti di vedere atleti e non animare le vie di Praga domani!

      Di Mattia D’Arienzo